Portogallo - Speciale Erasmus

Quante cose

aprile 19, 2008

Potrei parlare del fatto che Miguel ieri ha pulito il bagno per la prima volta.
Potrei parlare della cena a casa di Marco e Nicolò in Rua Atalaia.
Potrei parlare della caipirinha e della vodka limao.
Potrei parlare di Rua da Barroca 111.
Potrei parlare delle belle chiacchierate inaspettate.
Potrei parlare dei sogni di stanotte fatti sul divano della sala di Rua dos Douradores.
Potrei parlare dei giri turistici a mille all’ora con Sara e Gianluca.

Non parlerò di niente, invece.
Vi lascerò con queste parole…non hanno un senso preciso, o forse sì. Mi va così.

Scivola vai via

Senza eta’
il vento soffia la
sua immagine
nel vetro
dietro il bar
gocce di pioggia
bufere d’amore
ogni cosa passa e lascia

Scivola,
scivola vai via
non te ne andare
scivola,
scivola vai via
via da me

Canzoni e poesie
pugnali e parole
i tuoi ricordi
sono vecchi ormai
e i sogni di notte
che chiedono amore
cadono al mattino
senza te
cammina da solo
urlando ai lampioni
non resta che cantare ancora

Scivola,
scivola vai via
non te ne andare
scivola,
scivola vai via
via da me

Vinicio Capossela

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Anonymous aprile 20, 2008 at 6:03 pm

    Invece dovresti raccontare tutte quelle cose cui accenni, altrimenti a che serve questa specie di diario di viaggio?
    Metti una foto con la Sara prima che riparta!
    Baci a tutte e due
    papi

  • Leave a Reply