Love Post

Laura

giugno 7, 2008

Amico mio, tu e io rimarremo estranei alla vita, e l’uno all’altro, e ognuno a se stesso, fino al giorno in cui tu parlerai ed io ti ascolterò, ritenendo che la tua voce sia la mia voce: e quando starò ritto dinanzi a te pensando di star ritto dinanzi ad uno specchio.

Mi piace da morire raccontare la storia della nostra amicizia. Ancora meglio è quando la raccontiamo una frase io e una lei, tanto ormai le battute le sappiamo a memoria.
Laura ed io abbiamo frequentato le scuole elementari insieme ed entrambe ci contendevamo l’amicizia di Chiara, che era sempre la più figa di tutte, bella, brava a scuola e simpatica. Per questo eravamo sempre in competizione, ci davamo spallate a son di bigliettini pieni di cuori per Chiara, inviti a casa il pomeriggio e scambi di confidenze innocenti. L’ostilità tra noi due ha raggiunto il culmine nella foto di terza elementare, la cui copia di Laura vede una Mercoledì colorata di indelebile rosso. Non poteva essere più esplicita, e del resto la schiettezza di Laura è proverbiale ed è ancora tale.
Alle medie eravamo in due classi diverse e forse è stato questo distacco che ci ha fatto guardare il nostro rapporto da un’altra prospettiva, ci siamo prima osservate da lontano, poi piano piano ci siamo avvicinate fino a capire che eravamo una indispensabile all’altra.
Ci sono stati gli anni dei primi amori travolgenti, del diventare grandi, degli allontanamenti dovuti alle attenzioni spostate sui fidanzati e il nostro ricercarci per delle confessioni quantomai liberatorie e sincere. Poi le crisi, gli anni di incertezze sul futuro, le scelte importanti, la selezione di valori e la scelta delle persone con cui condividere la crescita. In ognuno di questi momenti, anche se non ci cercavamo per mesi, sapevamo che l’una c’era per l’altra, che sarebbe bastato un secondo per venirci incontro e colmare le lacune di mesi di silenzio, per parlare e risolvere insieme i problemi.
Che fosse per gioire con me per la maturità, per reggermi la mano al funerale dei miei nonni, per passarmi i fazzoletti quando veniva fuori tutta la mia vulnerabilità lei c’era. C’era anche per la vacanza in Croazia, lei, io e la Panda gialla, l’acqua in tenda e le risate a non finire. C’era per organizzare quella stupenda festa di laurea che non dimenticherò mai.
La nostra diversità è la nostra forza: lei così schietta, determinata, solare, estroversa, impulsiva; io così pignola, indecisa, ordinata, riflessiva, tranquilla.

Laura è la sua voce calda, è il suo colore di capelli sempre diverso, sono i suoi occhi verdissimi, le sue lentiggini e la sua pelle diafana che fanno molto irlandese.

Laura è la mia migliore amica. Ed oggi è il suo compleanno, il primo che passiamo lontane.
Auguri pulce!

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Anonymous giugno 8, 2008 at 7:56 pm

    Cercavo notizie di te ed invece ho trovato la mia foto! Dopo un attimo di confusione per capire se ero sul mio blog o sul tuo, ho capito! Sapevo che x il mio compleanno una tua chiamata non sarebbe bastata e temevo di ricevere il quarto mazzo di fiori da Interflora. Invece, e come sempre, hai fatto di più: hai usato il mezzo PAROLE E PENSIERI per suscitare EMOZIONI e di conseguenza LACRIME ininterrotte! Mezzo inflazionato in questi mesi passati lontani, nella speranza che passino in fretta soffrendo del fatto che certe cose non so + a chi dirle!
    Hai fatto bene ad andare in erasmus e sono certa che non possa farti altro che bene, come farebbe a tanta altra “bella gente”; ma è inevitabile sentire la tua lontananza. Mi manca quell’amore con cui non faccio sesso e per il quale non provo attrazione fisica (anche se sei una bella figheira) ma con il quale condivido molto di + di quanto potrei avere con un fidanzato!
    Piccola pulce, ti ringrazio per questa bella sorpresa , veramente sorpresa e ti mando un abbraccio enorme nella speranza e nell’attesa che questi mesi passino velocemente ed intensamente.
    Ti voglio bene!
    P.s.: Sono vecchia!!!
    Laula

  • Reply Anonymous giugno 11, 2008 at 11:01 am

    foto bellisima!
    guido

  • Leave a Reply