Cose belle

Quarta-feira versione tutor

settembre 16, 2008

Ripenso all’insicurezza del primo messaggio per chiedere un posto dove dormire a Lisbona, ricordo la gioia di un’accoglienza inaspettatamente aperta e spassionatamente gentile. Ricordo la paziena di Sara e Ramon nello spiegarmi le cose pratiche per sbrigare le faccende che poi sono diventate naturale quotidianità in una città che, sconosciuta, sembrava immensa. So quello che vuol dire giungere in un posto nuovo senza gli affetti vicini a sorreggerti, e so che la lingua, mezzo meraviglioso da sperimentare in tutte le sue forme, in queste situazioni è un ostacolo insormontabile.
Ho pensato a questo quando ho dato la mia disponibilità alla facoltà di Economia per fare da tutor alle ragazze portoghesi che faranno l’Erasmus nel primo semestre pisano. Le ho prese all’aeroporto, le ho portate a fare le chilometriche file delle segreterie centrali per ottenere una tessera per mangiarestudiareprendereinprestitolibrifaregliesamiseguireilcorsodiitalianoalcli, le ho portate a mensa dove hanno gradito la burrosa e ipercalorica cucina e poi abbiamo cominciato le lunghe ricerche dell’appartamento. Dopo aver scarpinato da una parte all’altra di Pisa traducendo in portoghese qualsiasi frase pronunciata dagli stronzo-pisani-affittacase, dopo che una tizia ci ha detto che non affitta “solo” per sei mesi, dopo essermi infuriata con un demente che mi ha detto che non vuole gente che parla inglese in casa (e io: ma sono portoghesi, faranno presto ad imparare l’italiano”. E lui: “ancora peggio, allora davvero che non capiscono nulla!”) e successa una cosa bellissima. Una delle ragazze, mentre chiamavo l’ennesimo numero staccato dalle bacheche ricolme di bigliettini, ha detto: “Serena é um anjo vindo do ceu”…e io mi sono commossa.

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply Martolla settembre 17, 2008 at 8:06 pm

    wow…vedi? tu per quelli che ti conoscono sei una persona meravigliosa!
    è fantastico quello che stai facendo!! 🙂

  • Reply Anonymous settembre 17, 2008 at 10:00 pm

    Sere blogghettara!
    sono preso dallo studio e da 1000 impegni e non ho avuto tempo nenache di lasciarti un commento ultimamente….(sorry)
    il tuo trauma con i voti ormai è acqua passata ora cerca di pesare le cose e vedrai che è molto quello che si guadagna a mettere la parte l’invidia per gli altri….
    e poi siamo la classe dirigente di Massarosa che caz ce ne frega a noi!
    baci!
    ing LuCa BeLlOtTi

  • Reply Cecilia settembre 18, 2008 at 8:39 am

    Questa combriccola di lusofoni però deve essere più chiara: ma che vol dì Quarta-feira??

  • Reply Mercoledì settembre 19, 2008 at 11:59 am

    x Martolla: così mi commuovi! Troppo buona…
    x Luca: noi, futura classe dirigente massarosese, dobbiamo rialzare le sorti del paese (Massarosa, ovviamente). Ci voglio credere, Ila ha già un progettino niente male…
    x Ce: Quarta feira vuol dire mercoledì! I giorni partono dal lunedì segunda feira fino al venerdì che è sexta feira, poi sabado e domingo! Ciao!

  • Leave a Reply