Cose belle

8 marzo, per me

marzo 8, 2009

Credo che sia giusto un giorno speciale per festeggiare le donne, nonostante sia consapevole del fatto che celebrandoci, rischiamo automaticamente di metterci in un piano di inferiorità per cui si ha bisogno di una ricorrenza per metterci in luce.

Sono d’accordo nel festeggiare perché più cresco, più mi rendo conto delle dinamiche familiari per le quali alle donne siano affidate tutti i lavori di cura della casa e delle persone non autosufficienti e troppo spesso non ci viene riconosciuto questo pesante sforzo come “lavoro”.

Mi sembra bello festeggiare perché per almeno un giorno qualcuno si renderà conto che non è la mimosa che ci rende felici, ma un pensiero, una parola dolce, una persona comprensiva che ci dedichi attenzione e ci faccia sentire importanti.

È giusto ricordarsi di chi rimane nell’ombra a svolgere lavori fondamentali e allo stesso tempo ingrati, di chi stira camicie, piega mutande e rammenda calzini, di chi accompagna i figli a scuola, a fare sport, a giocare con gli amici. E non dico che gli uomini non svolgano queste incombenze, ma nella stragrande maggioranza dei casi sono le donne a mandare avanti la baracca.

Dedico queste righe anche alle donne che si tengono tutto dentro, che rinunciano a un progetto per stare dietro ad altri, che subiscono violenze come fosse pane quotidiano, a quelle deluse dall’amore, a quelle speranzose, a quelle sempre sorridenti, a quelle con un sogno nel cassetto, a quelle impegnate per cambiare le cose, a quelle che lottano per ottenere lo stesso salario dei loro colleghi uomini, a quelle che stimano le altre donne.
A tutte voi…un augurio di felicità!

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Anonymous marzo 9, 2009 at 4:22 pm

    Vuoi che smetta di mandarti il mazzetto di fiori ad ogni 8 marzo come faccio anche con tua sorella e con la mamma?
    Scherzo… lo sai che per tutte voi il pensiero è costante tutto l’anno e non solo in un giorno all’anno.
    Spero di essere stato un buon esempio in questi anni, come padre e come uomo….
    Bacio

  • Leave a Reply