Cose belle

Trecento

giugno 17, 2009

No, non parlo del film della celebre battuta “THIS IS SPARTA!”. Parlo del numero dei post scritti da un’anno e mezzo a questa parte.
Di solito sono i post che rimangono incompiuti nella mia testa a prevalere su quelli scritti, non ho ancora capito se per una forma di autocensura o di mancanza materiale di tempo. Anche se io, a questa scusa del tempo, in fondo in fondo non ci ho mai creduto.
Per esempio in questi giorni avrei potuto parlarvi dello sfiorato accoltellamento da parte di una matta in un ristorante cinese , vi avrei potuto raccontare delle sorelle che si sono prese per i capelli all’ultima animazione fatta, avrei potuto esaltare il fatto che, da quando ho cominciato la specialistica ad ora, moltissime cose sono andate come dovevano andare, dopo un primo lungo momento di smarrimento.
Avrei potuto festeggiare il compleanno della Twingo azzurra con una foto vista l’imminente sostituzione con una C3 alla quale, come prima mossa, staccherò la scritta Larini. Avrei potuto farvi capire come sono belle quelle serate che non ti aspetti e che vanno esattamente come dovevano andare. Avrei potuto mettere una foto di Pisa illuminata da candele nella notte della luminara e intitolare il post “da Sant’Antonio a San Ranieri”
Resta il fatto che, per quanto spesso abbia la tentazione di mollare il blog, mi ritrovo ogni giorno a dire: questo lo devo scrivere! Ed è sempre una soddisfazione leggere i commenti che lasciate o anche soltanto vedere che quel numerino laggiù, in fondo alla pagina, cresce, cresce, cresce!

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Anonymous giugno 18, 2009 at 9:49 am

    Visto che trovo il tempo per seguirti anca dalla crociera e da San Pietroburgo, direi che puoi continuare\Bacio\Papi (quello vero)

  • Leave a Reply