Cose belle

Epifania

gennaio 7, 2010

L’Epifania tutte le feste si porta via.

Anche quest’anno mi è sembrato volare il tempo dall’otto dicembre, giorno in cui facciamo l’albero di Natale, ad oggi, giorno incubo di chi deve rientrare a scuola (una delle soddisfazioni di essere una studentessa universitaria).

Sono state feste strane, che mi hanno riavvicinato ad amici di vecchia data e passare momenti felici con amici più nuovi. Allo stesso tempo ho capito che diventa sempre più difficile raccontare della mia vita sul blog, un po’ perché, marketing insegna: non si può fare un blog multitematico, ci vuole un filo conduttore che sia l’Erasmus (e infatti fino a quel momento gli spunti non mancavano e scrivere era davvero una piacevole necessità), il campo di studi, una passione. E qui il filo si è perso, o meglio, se ne sono intrecciati parecchi ma non mi va di portarli avanti allo stesso modo. Un po’ perché può darsi che sia il caso di non mettere in piazza i miei pensieri personali, ho sempre paura di fare un torto a qualcuno e la scrittura non è più libera e sciolta. Quindi forse sarebbe meglio far diventare il blog uno zibaldone, una raccolta delle fantastiche opportunità che il web ci offre. Oppure un blog sulla comunicazione, ma non frequento abbastanza convegli, siti, eventi che mi diano imput sufficienti a scrivere novità. E non mi va di chiudere il blog, mi sentirei come se mi mancasse un pezzo.
Allora?
Allora si vedrà! Ho spiegato le cose, il che mi ha richiesto uno sforzo di sincerità sufficientemente grande per oggi!

Voglio chiudere il capitolo feste natalizie con l’immagine del pomeriggio della vigilia dell’Epifania, quando tornando a casa dopo un’animazione mi sono ritrovata incolonnata dietro un camioncino aperto sul retro pieno di Befanotti, che vedendomi si sono brevemente consultati hanno intonato una stonata “Seiiiiiiiii bellliiiiiiiiiiiissimaaaaaaaaaaaaaaaa!. Seiiiiiiiii bellliiiiiiiiiiiissimaaaaaaaaaaaaaaaa! Lalalalalalalalalalalalala”. Non succede mica tutti i giorni eh.

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply DanieLa gennaio 7, 2010 at 10:06 am

    Hai assolutamente ragione cara, ma non privarci dei tuoi preziosi post, che un pò ci fanno ridere, un pò ci acculturano e un pò ci rendono partecipi della tua vita, anche se a distanza. Il piacere di scrivere, in fondo, è un’ottima motivazione 😉

  • Reply marco gennaio 7, 2010 at 10:09 am

    sere sarebbe davvero un peccato se chiudessi il blog! io una sbirciatina ce la do sempre volentieri, e non sono l’unico, anzi tanti di noi ex erasmus ci bazzichiamo un po’ come se questa fosse diventata una specie di rua douradores virtuale, dove incontrarci per due battute e bere um copo, visto che purtroppo non è più sufficiente uscire di casa e fare un salto al miradouro o a camoes per incontrarci! e poi è inutile dire che leggerti è sempre un piacere!

  • Reply Martolla gennaio 7, 2010 at 2:06 pm

    Sere!!! mi unisco a Marco e alla Dani: non chiudere il blog!!! 🙂 ero appunto passata a vedere se avevi scritto qualcosa di Capodanno..guarda che questo blog è molto frequentato! 🙂 baciono cara!

  • Reply DanieLa gennaio 7, 2010 at 2:32 pm

    ciao Martinha,
    al Capodanno ci ho pensato io, se ti va di darci un’occhiata 🙂
    buon anno nuovo Martinha :*

  • Reply Mercoledì gennaio 7, 2010 at 9:17 pm

    Come siete cari!
    Vedrò di darvi ascolto…anche se davvero non voglio chiudrlo, solo renderlo un po’ più interessante. E costante magari.

  • Leave a Reply