Love Post

Api

maggio 10, 2011


Sono momentaneamente sfrattata da camera mia perchè domenica mattina ci siamo accorti che il cassone delle tapparelle era pieno di api, tant’è vero che non riuscivo a capire se il ronzio che sentivo al risveglio era dato dallo scorrere di liquidi della sera precedente.
Oggi, quindi, sono venuti degli addetti ai lavori a togliere di mezzo le povere bestie, lasciando in camera un odore irrespirabile che mi ha ricordato quello di una corsia d’ospedale.

Gli umani, si sa, quando non trovano risposte alle proprie elucubrazioni con mezzi concreti ricorrono alla mitologia, alla divinazione, agli oracoli, alla magia e chissà quale altro escamortage per sfuggire al proprio lampante, insoddisfacente presente. Ed eccomi allora, ahimé, a cercare un segno in questa vicenda, scoprendo che le api, oltre ad essere oggetto di studi linguistici e biologici per la loro danza, hanno rappresentato nei secoli un simbolo importante per moltissime civiltà.
Ecco cosa ho trovato d’interessante.
Innanzitutto, l’ape ha un valore simbolico ricollegato alla sua operosità. La capacità dell’ape di trasformare il polline in miele si può accomunare al lento lavoro iniziatico. Al frutto del suo lavoro è attribuito un grande valore esoterico, per via del miele che serve alla preparazione dell’ambrosia, bevanda sacra presso i Celti, i Germani e i Greci, o della cera, per la composizione dei ceri, oggetti rituali e sacri.
È emblema dell’eterna rinascita e del rinnovarsi della natura a causa della sua sparizione nei mesi invernali e del ritorno in primavera. Nell’antico Egitto l’ape, paragonata all’anima, riportava in vita il defunto qualora entrasse dalla sua bocca. Per gli egizi la sua appartenenza divina era dovuta alla sua nascita dalle lacrime di Ra. Nella cultura greco-romana, le sacerdotesse di Eleusi erano chiamate “le api”. La statua della Diana di Efeso mostra la dea circondata da diversi animali tra cui le api, per esprimere la ricchezza della natura.

Allora… sarà un buon segno?

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply 215 maggio 11, 2011 at 9:25 am

    direi di sì, buon segno…mi sa che non dovevi scacciarle 😛

  • Reply Mercoledì maggio 11, 2011 at 11:59 am

    Ops… 🙂

  • Leave a Reply