America del Nord e Caraibi USA Viaggi

New York for dummies: the subway

settembre 21, 2011
I cartelli della metropolitana a New York

Il primo impatto con la metropolitana di New York è un vero e proprio delirio. Nonostante sia uno dei simboli della città (le magliette con le stampe delle varie linee sono un must per i turisti) i suoi 1062 chilometri sono stati spiazzanti per una come me, abituata a lottare coi trasporti pubblici italiani mai capillari e tantomeno puntuali.
La motivazione principale che spinge gli utenti ad utilizzare la metropolitana di New York è che è economica – 1,25 $ a biglietto – e capillare, nonché attiva 24 ore su 24. Non ultimo, un altro motivo per utilizzare the subway è l’evitare le code stratosferiche e gli ingorghi che si creano “in superficie”.

Il delirio di Times square

Innanzi tutto, la regola d’oro numero 1 è capire se si vuole andare uptown o downtown e già avete un problema risolto! Ad ogni modo, se non riuscite a orientarvi potete tranquillamente chiedere ai passanti: i newyorkers sono disponibili e mi è capitato che si fermassero a chiedere se avessi bisogno di aiuto!
Quando nelle cartine vedete le linee tratteggiate significa che quei tratti sono serviti solo durante le ore di punta (le “rush hours” per dirla come i locali!).
Altro accorgimento fondamentale: fate attenzione ai treni espressi: sono quelli che non fanno tutte le fermate e rischiate di trovarvi troppo avanti rispetto a dove volevate andare. Il trucco per riconoscere le linee espresse è guardare nella cartina della metro le fermate cerchiate di bianco.
Last but not the least… entrate dalla parte giusta della stazione! A volte gli ingressi per downtown e uptown sono diversi. Sbagliare significa, talvolta, dover ricomprare il biglietto.
Se volete essere dei veri newyorkesi, inoltre, dovete chiamare la metropolitana “the train“.
That’s it! Qui sotto una cartina “for dummies” per sapere dove scendere per non perdere le attrazioni principali della Grande Mela!

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply Cristiano settembre 21, 2011 at 9:17 am

    Utilissimo!
    Aggiungo il consiglio di controllare sempre il treno che sta arrivando (se nella stazione in cui siete fermano sia local che express) perchè ogni tanto è indicato in arrivo un tipo di treno e ne arriva un altro…
    Ti basta controllare il primo vagone quando passa, lì è indicata la tipologia del treno.
    ciao ciao

  • Reply Mercoledì settembre 21, 2011 at 12:12 pm

    Giusto!
    Altrimenti puoi rimanere fregato!
    Grazie per il consiglio e il commento! 🙂

  • Reply Andre settembre 21, 2011 at 1:36 pm

    Molto utile, leggendo mi sono tornate in mente tante cose (tipo le attese notturne di un’ora per poi decidere di optare per i taxi negli spostamenti di notte) non escludo di portarmi dietro questa mini guida per quando ci tornerò!

  • Reply Mercoledì settembre 21, 2011 at 1:38 pm

    Come dici te Andre, in molti casi il taxi è la soluzione migliore (soprattutto se non si è da soli e si dividono le spese).
    Mercoledì tutta la settimana è felice se la porti a NYC… di nuovo! 😉

  • Reply Garba settembre 21, 2011 at 1:43 pm

    1062 km sono mediamente dal nord al sud italia. Ansia.

  • Reply Mercoledì settembre 21, 2011 at 1:45 pm

    @ Garba: 1062 km tutti attorcigliati e incastrati… l’ansia aumenta? 🙂
    Ti assicuro che a NYC passano tutte le ansie!

  • Leave a Reply