Love Post

Crepuscolare

novembre 24, 2011
Find out who you are before you regret it
Cause life is so short there’s no time to waste it
So run my baby run my baby run
Garbage – Run baby run


A cicli si ripresentano situazioni come deja-vu.
Quante cose possono succedere in tre anni?
Vite degli altri che diventano nostre, storie che si intrecciano, fili invisibili che legano più forte.

Delle persone partite e mai più tornate, degli affetti, del fiato sprecato, dei post sudati, delle ferite sempre aperte, dei tentativi, di prove di felicità. Ecco di cosa sono fatte queste giornate.
Delle condivisioni, di imbarazzi, del non sapere, dei desideri. Dell’iperuranio popolato di personaggi di romanzi anziché di idee immutabili e perfette. Sono Midori di Norvegian Wood. Sono Tiziana di Esche vive. Sono Antonia di Tutto torna. Cos’è il qui e ora?

Nelle belle facce di stamani ho rivissuto quel giorno di tre anni fa. Anche allora ero ad una laurea di un’amica. Solo che poi sono tornata a casa subito. Oggi come allora soffiava un vento gelido, la consapevolezza del ciclo della vita, dell’esserci pur nell’assenza come un esempio.
Dopo ogni crepuscolo c’è sempre un’alba.

Prometto che tornerò a scrivere di viaggi, di cose leggere ed evanescenti, allegre come schizzi d’acqua di mare e pallate di neve, di fatti poco impegnativi e folcloristici, di occhi che sorridono.

Arriva l’alba o forse no
A volte ciò che sembra alba non è
Ma so che so camminare dritto sull’acqua e
Su quello che non c’è

Afterhours – Quello che non c’è

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply Katia novembre 24, 2011 at 11:22 pm

    Grande Serena, grazie per questo post, sei proprio bravissimia

  • Reply Mercoledì novembre 24, 2011 at 11:29 pm

    Magari domani si fa un post intitolato “Livorno low cost” eh!
    Per ora grazie come sempre, mezza parola! <3

  • Reply tiziana novembre 25, 2011 at 7:45 am

    Cara serena devo dirti che sono stata catturata da quella splendida immagine, vorrei fare 4 passi con te per conoscerti meglio, piacere mi chiamo Tiziana.

  • Reply Giovy novembre 25, 2011 at 8:00 am

    Anche scrivere di te stessa è scrivere di un viaggio perché noi stessi siamo un viaggio…
    E’ sempre bellissimo leggerti.

  • Reply Mercoledì novembre 25, 2011 at 8:34 am

    @tiziana: l’immagine in foto è di un caro amico, l’immagine tratteggiata a parole sono felice ti sia piaciuta. Sempre disponibile per quattro passi. 🙂

    @Giovy: in effetti è il viaggio più impegnativo che facciamo, grazie per il sostegno.

  • Reply 210isabella novembre 25, 2011 at 11:13 am

    viva fabio genovesi 😉

  • Reply Mercoledì novembre 25, 2011 at 11:26 am

    @210isabella: bravo, vero?
    Poi è delle mie zone, un fattore in più che me l’ha fatto apprezzare!

  • Reply 210isabella novembre 26, 2011 at 9:49 am

    e anche delle mie 🙂

  • Leave a Reply