Love Post

Il pozzo

febbraio 7, 2012

Amarti m’affatica mi svuota dentro
Qualcosa che assomiglia a ridere nel pianto
Amarti m’affatica mi da’ malinconia
Che vuoi farci ? la vita
È la vita, la mia
Amami ancora fallo dolcemente
Un anno un mese un’ora perdutamente

CCCP – Amandoti

[Foto di clickykbd]

[Foto di clickykbd]

Cammino sull’orlo del pozzo sporgendomi troppo, col rischio di cadere giù da un momento all’altro, scarpe, vestiti, pensieri e tutto. Giù nel buco nero: ho giusto un attimo per vedermi riflessa nell’acqua e distogliere lo sguardo, perché quella che vedo specchiata non è quella che pensavo sarei stata a questa età.

Ogni ansia un capello bianco, ogni reazione che non arriva un’inquietudine che prende la parte alta dello stomaco. Di quella che compare a tradimento, non la senti arrivare e ci metti minuti anche solo a capire per quale motivo sia lì. Troppo sottile da percepire in anticipo, troppo ingombrante da mandare via con un sorriso, troppo illogica da affrontare con razionalità.

E allora mi viene da pensare che ognuno di noi abbia una dose finita di felicità, che sta a noi dosarla e centellinarla per averne abbastanza nei momenti in cui scarseggia la motivazione. Il problema è che la matematica non è mai stata il mio forte, mi piace trattare con le parole, ma somme e sottrazioni mi annoiano e i conti non mi tornano mai. Una cosa della matematica però l’ho capita: che per le faccende d’amore avere una persona a metà è meno che non averla per niente.

E non ho la forza per alzarmi, per vestirmi, per fare uno sforzo qualsiasi sia la direzione. Perché ho bisogno di una bussola, ché la mia tende verso il fondo. Tendo una mano, resta solo da afferrarla.

Una musica può fare
dove sei, non mi vuoi, stai con me

Una musica può fare

cosa fai, non mi vuoi,
tanto è uguale

Una musica può fare
Salvarti sull’orlo del precipizio

quello che la musica può fare

salvarti sull’orlo del precipizio
non ci si può lamentare

Una musica può fare – Max Gazzé

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply cox febbraio 7, 2012 at 1:13 pm

    è esattamente quello che sento dentro.
    grazie, perché non mi fai sentire sola.

  • Reply Mercoledì febbraio 7, 2012 at 1:16 pm

    … è il bello del condividere tramite la scrittura.
    Grazie a te.

  • Leave a Reply