Cose belle

Baci famosi, storia e pubblicità

marzo 26, 2012

Il post del bacio in mezzo alla guerriglia è uno dei più letti di questo blog. Il tema del bacio pare quindi piacere ai lettori e alle cronache di tutto il mondo tanto che è tornato alla ribalta in questi giorni a causa di quello che sta spopolando in Rete tra il ragazzo israeliano e la ragazza iraniana. Questo bacio è una critica alla politica di tensione che i due Stati sembrano voler praticare e alimentare ad ogni costo. L’immagine è divenuta in pochi giorni un manifesto contro la violenza alla vigilia di una mobilitazione pacifista a Tel Aviv.

Non so se questo bacio si andrà a sommare a quelli che hanno fatto la storia, fatto sta che è un tema ricorrente tanto che anche la pubblicità ne ha sfruttato il potenziale.

Bacio Israele Iran

Bacio Israele Iran

Come non ricordare il famoso bacio tra Leonid Brezhnev (leader dell’Unione Sovietica) ed Erich Honecker (capo del Partito Socialista della Germania Est) immortalato dall’artista russo Dmitri Vrubel con un murales impresso per le strade di Berlino nel 1990, distrutto dalle autorità e poi ricostruito? La fotografia riprodotta dal murales divenne un’icona della guerra fredda.

Leonid Brezhnev e Erich Honecker

Leonid Brezhnev e Erich Honecker

Più recentemente sulla falsariga di questa famosa opera, il bacio è stato ripreso nel 2011 dalla agenzia pubblicitaria lituana Milk che ha preparato un manifesto per la Dansu Production House che recita “Capitalist quality meets comunist prize“. Impossibile non pensare al “Bacio fraterno” berlinese.

"Capitalist quality meets comunist prize"

“Capitalist quality meets comunist prize”

Forse sapete già qual’è la prossima pubblicità collegata ai baci (e censurata) di cui voglio parlarvi. Si tratta della campagna pubblicitaria di Oliviero Toscani per Benetton, famosa per aver provocato l’intero globo con i baci appassionati tra i politici delle potenze mondiali. La campagna pubblicitaria si chiamava UnHate e si basava sullo shockvertising, ma è stata ritirata in un lampo dato che tra coloro che baciavano compariva anche il Papa Benedetto XVI.

Unhate

Unhate

Provocatoria, blasfema, esagerata… attribuitele l’aggettivo che volete, fatto sta che questa campagna pubblicitaria, per quanto breve, ha fatto parlare di sé e si è aggiunta al novero che unisce baci, storia e pubblicità.

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply Chris marzo 27, 2012 at 11:55 am

    Molto bello il tuo post! E molti sono i baci piu’ o meno scandalistici che hanno fatto storia a volte anche nel mondo Gay. Il bacio in se per se e’ un atto d’amore, penso sia proprio questo il grande potere che ha!. Ps: mi piacciono molto i tuoi articoli 🙂

  • Reply Mercoledì marzo 27, 2012 at 12:19 pm

    Grazie Chris!
    Il post potrebbe diventare chilometrico mettendo tutti i baci famosi, per non parlare dei luoghi legati a baci famosi… ci vuole un altro post! 🙂

  • Reply viaggi verde acido marzo 29, 2012 at 12:37 pm

    il primo bacio è stupendo! per quanto riguarda Toscani… mi pare sopravvalutato. secondo me non ha mai brillato per originalità, e personalmente non lo trovo poi così provocatorio, ma il suo punto di forza è lavorare per grandissimi marchi che raggiungono migliaia di persone che si lasciano convincere dai media a scandalizzarsi per nulla… spero di essere riuscita a spiegarmi 😀

  • Reply Mercoledì marzo 29, 2012 at 12:45 pm

    Toscani è un provocatore di natura, poi la tv ingrandisce la cosa e sembra che proponga cose super scandalose, quando in realtà a volte mi sembra che manchino di gusto più che di veli! 🙂

  • Leave a Reply