Love Post

Che festa sia, ma di quelle vere

dicembre 24, 2012

Non amo le feste comandate e i regali da fare per forza, preferisco i gesti spontanei e inattesi e credo che possa essere ogni giorno festa se sappiamo come prendere la vita.
Tuttavia non butto ogni cosa di queste feste: salvo i pranzi in famiglia come occasione di ritrovo, gli amici che tornano dalle loro vite lontane dal paese, il tempo per fermarsi e riflettere. Per questo voglio farvi un augurio sincero, fuori dalle strade battute da bigliettino prestampato.

Auguri a chi sa trovare la leggerezza nella vita, a chi è capace di danzare scalzo senza paura di pestare i cocci e di essere deriso, a chi trova il lato positivo di ogni cosa, ché vedere gente sorridente fa bene al cuore.

Auguri a chi ha sempre una parola gentile e un momento per ascoltare, a chi sa parlare senza parole e a chi sa comunicare in silenzio pur amando forte.

Auguri a chi non si accontenta, a chi sa cogliere il cambiamento, a chi ha speranza nel domani, a chi cade e si rialza, a chi se ne frega se tutti dicono che non si può fare: niente è impossibile.

Auguri a chi non è felice, a chi ha rinunciato a troppe cose, a chi non ha trovato le persone che cercava, a chi le ha perse e sa che non torneranno mai. Per tutti arriveranno momenti migliori, basta essere pronti a riconoscerli e ad accoglierli.

Auguri a chi sogna a occhi aperti, a chi lotta per raggiungere un traguardo, a chi gioisce delle piccole cose, che poi sono quelle che contano davvero.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply