Europa Russia Tre giorni a Viaggi

Tre giorni a Mosca

aprile 8, 2015
Chiesa di Cristo Salvatore

Non credevo fosse una meta così gettonata, invece da quando sono tornata c’è una domanda ricorrente che mi viene fatta: “com’è andata a Mosca?” seguita da “cosa c’è da vedere oltre alla Piazza Rossa?”. Per rispondere alla prima domanda ho scritto le mie impressioni su Mosca, mentre per rispondere alla seconda ecco questo post!

Mosca

Siamo arrivati a Mosca a metà pomeriggio, dopo un volo da Firenze con scalo a Roma e poi dritti fino alla capitale russa. Ho volato con Alitalia perché ho trovato un prezzaccio, ma ci sono diverse compagnie che coprono la tratta, tanto è vero che al ritorno ho volato con KLM facendo scalo ad Amsterdam (coincidenza presa al volo, ma questa è un’altra storia!). In totale sono stata via 4 giorni, partendo il venerdì mattina e tornando il lunedì notte, ma il tempo effettivo a Mosca è stato 3 giorni: metà del primo giorno, due giorni interi e un’altra mezza giornata.

Questo è quello che siamo riusciti a vedere in 3 giorni a Mosca, potete usarlo come guida per preparare il vostro viaggio o come semplice ispirazione.

Piazza Rossa

Quasi 75000 metri quadri di piazza patrimonio dell’umanità UNESCO difficilmente lasciano indifferenti! La piazza principale di Mosca e probabilmente la più famosa della Russia intera vanta diverse opere nel suo perimetro. Entrando dal lato del museo di storia russa ritroviamo sulla destra il Mausoleo di Lenin, di fronte la cattedrale di San Basilio costruita nel 1561 dallo zar Ivan IV il Terribile, il monumento agli eroi nazionali che sconfissero gli invasori polacchi e una piattaforma elevata, la cosiddetta Lobnoe mesto, sulla quale si trova un pozzo in cui gettare monetine esprimendo un desiderio. Sulla sinistra, invece, si trovano i Magazzini GUM, 80.000 metri quadri di superficie pieni zeppi di qualsiasi genere di prodotto.

Piazza Rossa

Mausoleo di Lenin

Magazzini Gum

Cremlino

Così come la Piazza Rossa, anche il Cremlino di Mosca meriterebbe un post a parte tanto è grande e ricco di monumenti da vedere. Per darvi un’idea della grandezza vi dico che nell’intento di trovare l’ingresso principale l’abbiamo circumnavigato e ci abbiamo impiegato circa un’ora! Il Cremlino è una cittadella fortificata e sede delle istituzioni governative della Russia. Sorge sulla parte più antica della città e vanta tesori d’arte come chiese, palazzi, monumenti e giardini. Non si può entrare con le borse, che vanno depositate all’ingresso dove si passa sotto un metal detector, e non si possono fare foto dentro gli edifici (ok, un paio ce l’ho fatta a farle).

L’ingresso è dalla Torre Kutafia, attraverso la quale si accede all’area governativa preclusa ai visitatori e all’Arsenale, per il quale si deve acquistare un biglietto a parte (io l’ho saltato). Oltre ai palazzi di stato qui si trovano uno dei cannoni e una delle campane più grandi del mondo (rispettivamente 40 e 200 tonnellate).

Quello che lascia a bocca aperta, comunque, è la Piazza della Cattedrale con il Campanile di Ivan il Grande, la Cattedrale dell’Assunzione al cui interno troviamo affreschi meravigliosi su sfondo dorato, la Chiesa della Deposizione della Veste, la Cattedrale dell’Arcangelo e la Cattedrale dell’Annunciazione… mai visti così tanti siti religiosi concentrati in pochi metri! Da fuori questi edifici sono così semplici da non lasciare intuire quanto siano riccamente decorati all’interno.

A distinguersi per imponenza è il Gran Palazzo del Cremlino, 125 metri di facciata bianca e gialla. Tutto il complesso è aperto tutti i giorni tranne il giovedì dalle 10 alle 17 e l’ingresso costa circa 7€ a testa.

Cremlino

Cremlino

Chiesa di Cristo Salvatore

La Chiesa di Cristo Salvatore ha una storia tormentata. Voluta dallo Zar Alessandro I per manifestare gratitudine alla Divina Provvidenza per aver salvato la Russia dalle truppe di Napoleone, richiese molti anni per la costruzione e fu poi distrutta nel 1931 su ordine di Stalin perché il luogo su cui nasceva era stato scelto dalle autorità sovietiche per la costruzione del Palazzo dei Soviet. Ma non è finita qui: con la seconda guerra mondiale questo terreno venne trasformato nella più grande piscina aperta del mondo! Questi russi non finiscono mai di stupirmi… e infatti nel 1990 hanno deciso di ricostruire la Chiesa di Cristo Salvatore a immagine e somiglianza dell’originale. Il risultato è una chiesa imponente, elegante, maestosa. Merita una visita anche l’interno e il piano interrato.

La Chiesa si può apprezzare ancora meglio dal Ponte dei Patriarchi, un ponte pedonale dal quale si ha una bella vista del fiume, della città e della zona del Museon.

Chiesa di Cristo Salvatore

Ponte dei Patriarchi

Statua di Pietro il Grande

La storia di questa statua è di quelle che fanno sorridere e allo stesso tempo intuire qualcosa in più di un popolo. Se c’è una cosa che ho capito dei russi è che non vogliono mai essere secondi a nessuno, e che sono talmente orgogliosi che se gli altri fanno 30 loro devono fare 31. La statua di Pietro il Grande, per esempio, è la sesta statua più alto del mondo, cosa che non stento a credere visto che svetta da lontano nel suo slanciarsi verso il cielo.

Il fatto ancora più divertente, però, è capire cosa c’entrano le caravelle con Pietro il Grande. Esatto: nulla. La statua, infatti, in principio rappresentava Cristoforo Colombo e voleva essere un regalo agli Stati Uniti d’America. Si narra che la statua non fosse di gradimento degli americani, e che fu rispedita al mittente, il quale pensò bene di sostituire la testa dell’esploratore del nuovo mondo con quella di un eroe nazionale, Pietro il Grande appunto. Buffo, vero? Pensate a trovarsela davanti: le caravelle, un uomo che fissa davanti a sé, una pergamena con delle mappe… nel centro di Mosca!

Statua di Pietro il Grande

Parchi: Museon e Gorkij

Se mi rammarico di qualcosa durante questo viaggio è di non aver visto il verde di Mosca: l’inverno era agli sgoccioli ma le piante non si erano ancora risvegliate dal torpore. È un vero peccato perché gli spazi verdi della città sono commisurati alla sua grandezza. Ne abbiamo avuto un assaggio col Museon, il parco museo all’aperto con statue in pietra, bronzo, legno e altri materiali, e con una piccola parte dell’immenso Gorkij Park, in cui stavano smontando la pista di pattinaggio su ghiaccio.

Museon Art Park

La Collina dei Passeri e l’Università Statale di Mosca

Di Mosca ho apprezzato le Sette Sorelle, sette grattacieli gemelli disseminati nella città con diverse funzioni (da hotel a palazzo governativo). Da lontano svettano in tutta la loro imponenza, da sotto ci si rende conto di quanto siano enormi senza essere pesanti (ok, le stelle e le scritte CCCP risultano un po’ superate al momento). Ho avuto modo di vedere da vicino la “sorella” che ospita l’Università Statale di Mosca, il più alto dei sette grattacieli di Mosca costruito sulla Collina dei Passeri.

La Collina dei Passeri è uno dei sette colli di Mosca (sì, sette proprio come Roma e come Lisbona) conosciuto anche come Collina Lenin. Essendo uno dei punti più alti della città, è un ottimo punto di osservazione per capire le distanze e le dislocazioni dei vari edifici e monumenti.

Università di Mosca

Izmailovo Market

Un posto incredibile pieno di oggetti di cui sentirete di non poter più fare a meno: è Izmailovo Market e non ve ne andrete senza aver comprato qualcosa. Mi sono già pentita di non aver comprato una matrioska, un ciondolo, un icona russa in legno, un cappello di pelo o uno di quegli assurdi cartelloni pubblicitari démodé in un’alternanza di souvenir e oggetti antichi tra cui stemmi e bandiere del partito comunista. Si trova nei pressi di Izmailovsky Park e si può raggiungere con la linea blu scuro o viola della metropolitana. È aperto nel fine settimana e vi consiglio di andare prima delle 4 di pomeriggio perché poi cominciano a sbaraccare e dopo addio affari!

Mercato Mosca

Museo dei Cosmonauti e Monumento ai Conquistatori dello Spazio

Se volete andare al Museo dei Cosmonauti a Mosca… non presentatevi davanti all’ingresso di lunedì! Abbiamo commesso questo stupido errore (i musei in Russia sono chiusi il lunedì, appuntatevelo!) e non abbiamo potuto ammirare il museo che dall’esterno. Il museo è sormontato dal monumento ai conquistatori dello spazio, che celebra le conquiste del popolo sovietico nell’esplorazione spaziale.

Museo dei Cosmonauti

Museo dei Cosmonauti

Centro espositivo di tutte le Russie

Il centro espositivo di tutte le Russie è un esibizione permanente a Nord di Mosca conosciuto anche come VDNKh. È un’area vastissima caratterizzata da padiglioni di tutti gli stati che componevano l’URSS e voluta da Stalin per creare un centro culturale per glorificare l’ideologia del comunismo e del socialismo. Anche qui abbiamo trovato operai che smontavano un’enorme pista di pattinaggio su ghiaccio, quindi se volete pattinare all’aperto andare a Mosca prima di metà marzo!

Esposizione Universale

Torre di Ostankino

Nella parte nord di Mosca, a un paio di fermate di metro dal centro espositivo di tutte le Russie, si trova la Torre di Ostankino, ossia un altro motivo di vanto per i russi visto che questa è la torre per la radiotelediffusione con la struttura autoportante più alta d’Europa. Dalla sua sommità è possibile ammirare Mosca dall’alto… ma di questo vi racconterò un’altra volta!

Torre della TelevisioneC’è qualcosa che vuoi chiedermi su Mosca? Lascia un commento!

You Might Also Like

18 Comments

  • Reply Fabio aprile 9, 2015 at 10:42 am

    Una città con un passato così ricco e particolare che vale senz’altro la pena di scoprire.

    Fabio

    • Reply Mercoledì aprile 9, 2015 at 10:47 am

      Esatto Fabio!
      Sembra di respirarla, la storia.
      Ogni posto ha qualcosa da raccontare e Mosca lo fa a ogni scorcio.

  • Reply Michela (warmcheaptrips) aprile 24, 2015 at 1:55 pm

    Volevo andare a Mosca da San Pietroburgo, poi per ragioni di tempo ho rinunciato…perciò ti ringrazio di avermela raccontata in questo post!

    • Reply Mercoledì aprile 28, 2015 at 8:39 am

      Ciao Michela,
      grazie a te per essere passata di qua! E grazie anche per il commento, scusa se ci ho messo un po’ a rispondere ma ero in giro tanto per cambiare!
      A me invece interessa un sacco San Pietroburgo, spero di colmare la lacuna prima o poi!

  • Reply Nunzio giugno 10, 2015 at 9:03 am

    Mai stato a Mosca.

    • Reply Mercoledì giugno 10, 2015 at 9:08 am

      Potrebbe essere l’occasione buona Nunzio!
      Se hai bisogno di consigli scrivi pure.

  • Reply Luis giugno 29, 2016 at 8:14 am

    Sono adesso a Mosca e mi prendo un po’ di spunti dal tuo bel post. Grazie

    • Reply Mercoledì giugno 29, 2016 at 9:53 am

      Mi fa davvero piacere Luis, buon proseguimento!

  • Reply andrea ottobre 7, 2016 at 6:02 pm

    ciao!bellissimo post!!!!
    volevo chiedere, tolto il volo quanto costa 3 notti in albergo e vivere 3 giorni lì?? più o meno

    • Reply Mercoledì ottobre 8, 2016 at 2:06 pm

      Ciao Andrea,
      non abbiamo speso tanto, per dormire abbiamo affittato con Airbnb e per mangiare si trovano soluzioni economiche.
      Non ho fatto il conto preciso ma te la cavi con meno soldi rispetto all’Italia.

  • Reply Silvia ottobre 21, 2016 at 11:43 am

    Ciao Serena, sto organizzando un finesettimana di 4 giorni da passare in Russia: Mosca o San Pietroburgo? tutti mi consigliano San Pietroburgo!
    Dove mi consigli di prendere airbnb per poter esser il piú possibil vicina ai luoghi di interesse da visitare e non perder tempo?

    • Reply Mercoledì ottobre 25, 2016 at 2:05 pm

      Ciao Silvia,
      ti so consigliare male perché io sono stata solo a Mosca (che merita tanto!).
      Noi abbiamo preso Airbnb a 3 fermate dalla piazza Rossa. Ovunque tu decida di alloggiare assicurati che sia vicino ai mezzi per rendere più semplice gli spostamenti.
      Buon viaggio!

  • Reply Elisabetta febbraio 20, 2017 at 8:34 pm

    Ciao serena,
    Bastano 3 giorni o meglio 3 notti?
    È meglio avere una guida? Anche per gli spostamenti in così poco tempo

    • Reply Mercoledì febbraio 22, 2017 at 9:07 am

      Ciao Elisabetta,
      direi meglio 3 notti perché Mosca è enorme!
      Noi abbiamo girato con una mia amica che viveva lì, e devo dire che ci ha semplificato di molto la vita. Una guida sarebbe l’ideale secondo me.
      Gli spostamenti tutti in metropolitana, è ben collegata.
      Buon viaggio!

  • Reply Astrid aprile 10, 2017 at 4:15 pm

    Ciao! Puoi darmi qualche informazione sul visto turistico? Grazie

    • Reply Mercoledì aprile 10, 2017 at 4:42 pm

      Ciao Astrid,

      ecco qua tutte le informazioni, io ho seguito questa procedura: http://www.ufficiovisti.com/index.php/europa/russia/943-visto-russia-turismo
      Buon viaggio!

      • Reply Astrid aprile 11, 2017 at 11:06 am

        Grazie, gentilissima! Una domanda ulteriore, visto che mi sembra di capire dal tuo post che anche tu sei stata “ospite” e non hai soggiornato in Hotel.. come ti sei regolata per il punto relativo l’acquisto del “voucher turistico del tipo “visa support” acquistabile attraverso un’agenzia di viaggi; si tratta di una lettera di un’agenzia turistica russa o di un hotel russo comprovante l’acquisto di servizi turistici”? Io acquisterò solo il biglietto aereo.. in autonomia…

        • Reply Mercoledì aprile 11, 2017 at 4:15 pm

          Esatto Astrid,
          abbiamo prenotato un appartamento su Airbnb ma ci ha pensato la mia amica che stava là.
          La solita agenzia che si è occupata del visto ha provveduto anche a procurarci l’invito, ovviamente con un costo supplementare.

    Leave a Reply