Europa Italia Sicilia Viaggi

Sicilia: 5 posti indimenticabili che vi consiglio

maggio 17, 2017
La Riserva dello Zingaro

Ci sono dei luoghi cui non posso pensare senza struggimento, è un tratto del mio carattere che mi identifica e spesso è una sorta di saudade in cui crogiolarsi per sentirsi sì malinconici, ma con un sorriso da Gioconda sulle labbra. È una sensazione che affiora la mattina appena sveglia, basta un dettaglio, una parola letta, una foto e subito sono catapultata in un’altra dimensione. Succede anche a voi?

Mi capita spesso con Lisbona, ma lì gioco in casa perché è stato il posto che per un po’ ho sentito mio. Mi succede anche col sud, col Mediterraneo, con tutti quei posti di frontiera in bilico tra un mondo e l’altro. Mi è successo stamani con la Sicilia leggendo questa infografica e il pensiero successivo è stato che avevo voglia di scriverne qualcosa. Meglio ancora sarebbe prendere un traghetto per la Sicilia e andarci davvero, per fare come Tiziano Terzani l’anno in cui ha deciso di non prendere aerei e che poi è diventato lo spunto per scrivere “Un indovino mi disse”.

In mancanza di un biglietto in tasca, mi segno i cinque posti della Sicilia che ho adorato per aiutare anche voi a fare una selezione in vista di un possibile viaggio.

1. Se amate il mare e la natura: la Riserva dello Zingaro

Se chiudo gli occhi e penso al mare più bello che ho visto in vita mia, penso prima alla Sicilia che ai Caraibi! Sul serio, se non siete mai stati alla Riserva dello Zingaro, è l’ora di andarci. Ad attendervi, sette chilometri di costa incontaminata, sentieri per fare trekking con vista a picco sul mare e tutte le gradazioni di azzurro e turchese ad accompagnarvi.

Si tratta del tratto di costa che va da San Vito lo Capo (città che merita di essere visitata anche per l’ottimo cous cous) a Castellammare del Golfo e, a seconda di quanto volete camminare circondati da una natura incontaminata, potete scegliere in quale caletta di ciottoli fermarvi. La macchia mediterranea si sprigiona in profumi suadenti e viste mozzafiato, gli scogli che separano le varie spiagge rendono ogni ambiente protetto e riparato. Io non ho dubbi: un bagno nelle acque della Riserva dello Zingaro è sempre una splendida idea e ve ne ho già parlato in questo post “Trapani e provincia: un itinerario di 4 giorni”.

La Riserva dello Zingaro

2. Se amate la storia: la Valle dei Templi

Il sogno a occhi aperti di tutti gli archeologi e amanti della storia si trova ad Agrigento e risponde al nome di Valle dei Templi. L’eccezionale stato di conservazione fa sì che ancora oggi si possa ammirare una serie d’importanti templi dorici del periodo ellenico, dal 1997 nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

È un luogo maestoso inserito in un contesto che ti catapulta subito nell’Antica Grecia a testimonianza del passato importante dell’isola. Se possibile, evitate le ore del solleone e ricordatevi acqua, cappello e protezione solare, perché è tutto all’aperto.

La Valle dei TemplI - Tempio della Concordia

3. Se sognate di andare sulla luna: la Scala dei Turchi

Uno dei paesaggi più strani, mai visti in Italia, che negli ultimi anni è stato preso d’assalto per la sua bellezza e particolarità, è senza dubbio la Scala dei Turchi, che si trova lungo la costa tra Realmonte e Porto Empedocle, sempre in provincia di Agrigento.

Quello che è strabiliante di questo posto è sia la forma delle rocce a picco sul mare, sia il colore bianco delle stesse quando si buttano nell’acqua cristallina. La Scala dei Turchi comprende, oltre alle scogliere, due spiagge di sabbia fine, per accedere alle quali bisogna inerpicarsi su una grande scalinata naturale di pietra calcarea. Vi saranno utili delle scarpe comode, non andate in ciabatte 😉 Vi ho raccontato del mio giro in queste zone nel post “Agrigento val bene un seminario”.

Agrigento

4. Se cercate un panorama mozzafiato: Taormina

A Taormina sono stata anni or sono, eppure rimane impresso nella mia memoria un flash con una delle viste più belle di sempre: il mare che si affaccia oltre i resti del teatro antico. Taormina è un condensato di tante cose: un’incantevole posizione sul mare, bellezze paesaggistiche, un vasto patrimonio storico, culturale e archeologico… impossibile rimanere indifferenti! Non per niente Goethe nel suo Viaggio in Italia del 1787 la definì “lembo di paradiso sulla terra”.

Il monumento più famoso di Taormina è sicuramente il Teatro Greco, ma non è l’unica bellezza della città. Ci sono la Villa Comunale con un piacevole giardino all’inglese, l’arabeggiante Palazzo Corvaja, il Duomo con la facciata in pietra che lo fa somigliare a un castello e Corso Umberto I, la via principale di Taormina. Non andatevene senza aver assaggiato almeno un dolcetto di marzapane!

Taormina

5. Se amate l’avventura: l’Etna

L’Etna, con i suoi oltre 3000 metri di altezza, è uno dei maggiori vulcani attivi del mondo. Si trova in un contesto geografico unico, con una vegetazione stupenda a fare da cornice al vulcano, che quando decide che è il momento di far vedere che è attivo, allora dà il meglio di sé con i bracci di lava incandescente che fuoriescono dalla sua bocca.

Una bella escursione che vi consiglio è quella che vi porta sul vulcano: armatevi di abbigliamento comodo e scarpe da trekking e raggiungete il Parco Naturale che si estende per circa 59000 ettari. Ogni periodo dell’anno è perfetto per visitarlo e passare una splendida giornata a contatto con la natura: in inverno si scia, in primavera la natura rinasce e sono perfette le escursioni, in estate migliaia di turisti vanno per osservare le colate laviche e in autunno c’è la raccolta delle castagne.

Allora, vi ho convinti a partire? 😉

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Sandra maggio 20, 2017 at 10:18 pm

    Taormina e Valle dei Templi visti e amati. Resto no. Della Sicilia aggiungerei Erice e Segesta.
    Senti, non c’entra nulla ma mi piace il tuo piglio nel viaggiare e i consigli che dai, quindi ti chiedo info – magari hai qualche post già scritto che mi sono persa – sull’Albania, ci sei stata?
    Grazie, un bacione.

    • Reply Mercoledì maggio 22, 2017 at 4:05 pm

      Ciao Sandra,
      vorrà dire che il resto lo metti in lista per il prossimo viaggio! 😉
      Mi fa piacere che apprezzi i miei viaggi e come li racconto, ma purtroppo non posso esserti d’aiuto stavolta, non sono mai stata in Albania anche se vorrei tanto andarci, me ne hanno parlato tutti benissimo. Se vai prima di me seguirò le tue dritte!

    Leave a Reply