Libri Viaggi

“Bimbi e Viaggi” la guida per viaggiare senza paranoie con i bambini

luglio 31, 2017
bimbi-e-viaggi-la-guida-pe- viaggiare-con-bambini

Da quando sono mamma, ne ho sentite di tutti i colori su ogni materia, ma in particolare sull’essere mamma e al contempo viaggiatrice potrei scrivere le mie memorie. Prometto che prima o poi raccoglierò tutto in un post, ma per darvi un assaggio, tra le frasi più gettonate tra quando ero incinta e quando abbiamo cominciato a viaggiare con la bimba ci sono: “Adesso che diventerai mamma non potrai più viaggiare come prima!” seguita da “Ma in viaggio andate anche con la bimba?” fino all’odiosa sentenza “È inutile viaggiare con i bambini così piccoli, tanto non si ricorderanno niente”.

È una battaglia culturale in cui ho deciso di infilarmi con tutta me stessa: mai e poi mai ho pensato che avrei rinunciato a una delle mie più grandi passioni dopo la nascita di mia figlia, quindi ho raccolto tutta la pazienza di cui sono capace e ho iniziato a rispondere a tutti gli scettici del viaggiare con i bambini piccoli, soprattutto con l’esempio.

Quando Anita aveva solo un mese e mezzo, abbiamo fatto il nostro primo test: un weekend lungo in Maremma per testare la nostra capacità organizzativa. Siamo partiti con la macchina carica di bagagli per ogni evenienza, abbiamo passato la notte insonne e abbiamo visitato Pitigliano con gli occhi a fessura, ma non abbiamo demorso. Dopo è stata la volta dell’on the road in Inghilterra: una settimana di giorni tra Londra e le Cotswolds con una piccola di tre mesi e mezzo che ha reso indimenticabile il viaggio. La vera grande prova è stata il primo volo intercontinentale di Anita verso la meta che io e suo padre bramavamo da quando ci siamo conosciuti: Cuba. Non ho dubbi nell’affermare che è stato uno dei viaggi più belli della mia vita, senza nascondere però che viaggiare con una bambina piccola è più faticoso.

bimbi-e-viaggi

È con queste premesse che mi sono approcciata al libro “Bimbi e Viaggi” di Milena Marchioni e Michela Toffali del blog omonimo, con la sana curiosità di leggere le esperienze di altre mamme viaggiatrici per accertarmi di non essere una mamma incosciente o egoista, ma semplicemente una persona che cerca di portare avanti le sue passioni senza dimenticare di adattarle ai ritmi della nuova arrivata in famiglia.

Devo ammettere che, non essendo mai stata una mamma paranoica e avendo vissuto i primi mesi di maternità con molta serenità, ho iniziato il libro “Bimbi e Viaggi” con un po’ di puzza sotto il naso, pensando tra me e me che non avrei trovato niente che già non sapessi e non avessi sperimentato. Niente di più sbagliato! Anche per una mamma senza troppe ansie e viaggiatrice incallita e fai da te, il libro è stato di aiuto per imparare qualcosa di nuovo sul viaggiare organizzati coi bambini.

Il libro è una guida ricca d’informazioni e consigli pratici per organizzare al meglio il proprio viaggio dei sogni con bambini al seguito. Uno dei punti di vista del libro che ho apprezzato di più è proprio questo: non importa quale sia il tuo viaggio ideale, se in un resort di lusso o in tenda, in crociera o su un sottomarino, dietro l’angolo o dall’altra parte del mondo. Il punto centrale è che bisogna comportarsi secondo quello che ci fa stare bene, con consapevolezza e organizzazione.

“Bimbi e Viaggi” inizia con un test molto simpatico per capire che tipo di mamma (o papà) sei: paranoica, rilassata o Indiana Jones. A seconda del risultato del test, puoi andare alla parte del libro dedicata al tipo di genitore che sei, ma il mio consiglio è, ovviamente, di non perdervi nemmeno una riga del testo: è proprio tra le pagine dedicate alla mamma paranoica che una mamma Indiana Jones come me ha trovato spunti intelligenti per i prossimi viaggi!

bimbi-e-viaggi-la-guida-per-viaggiare-con-bambini

Scritto con ironia e molto divertente, il libro è un susseguirsi d’informazioni che una famiglia di viaggiatori non può non tenere in considerazione nella pianificazione del viaggio. Dal foglio Excel per appuntare ogni dettaglio organizzativo alla lista di medicinali suggeriti, dalla preparazione della valigia alla scelta del mezzo di trasporto e dell’alloggio, ogni pagina del libro è un inno a partire. Alla fine è proprio questo il punto: per quanto grandi siano le tue paure e le tue paranoie, se viaggiare è la cosa che ti fa stare meglio, devi fare di tutto per assecondarla non dimenticandoti delle esigenze di tuo figlio. Tutto è possibile anche con i bambini, basta mettere in pratica alcune accortezze e tutta la famiglia ne gioverà.

Consiglio questo libro sia ai genitori (e futuri genitori) che con la nascita del pargolo si sono bloccati e non riescono più a partire per un viaggio divorati dalle ansie, sia a quelli come noi che non si sono fermati ma desiderano fare di tutto per godersi al massimo il viaggio grazie ad un’attenta pianificazione. Come se non bastasse, il libro contiene anche box informativi molto utili scritti da mamme viaggiatrici specializzate in qualche materia (la farmacista parla delle medicine da portare, la mamma single dei viaggi da sola con i bambini, ecc.) e si chiude con un’appendice che vi farà chiudere il libro e aprire il browser alla ricerca del primo volo disponibile: un giro del mondo in 50 esperienze di viaggio da vivere con i bambini.

Buona lettura e buon viaggio con i bambini!

bimbi-e-viaggi-la-guida-per-viaggiare-con-bambini

“Bimbi e viaggi. La guida completa per viaggiare sereni con i bambini”
di Milena Marchioni e Michela Toffali
Giraldi Editore
328 pagine
14,50€

Potete trovarlo qui:

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Lucia luglio 31, 2017 at 8:40 am

    Io lo sto leggendo ora! Mi sembra un’ottima lettura da gravidanza!!! 🙂

  • Leave a Reply