America del Nord e Caraibi Cuba Viaggi

Casa particular a Cuba: cos’è, come funziona e i miei consigli per il soggiorno

gennaio 25, 2017
Casa-particular-Cuba

Se state organizzando un viaggio a Cuba fai-da-te a un certo punto si presenterà la questione dell’alloggio: dove soggiornare per rendere il viaggio a Cuba davvero unico? Come vi anticipavo nel post con l’itinerario e le informazioni generali, la mia risposta a questa domanda è di dormire assolutamente in una casa particular. Ovviamente esistono anche tutte le altre classiche soluzioni come hotel, resort, grandi catene, ma quella delle casas particulares (scusate ma non ce la faccio a dirlo italianizzato “case particolari”) è quella più caratteristica e “cubana”.

Che cos’è una casa particular?

La casa particular è la soluzione più diffusa, peculiare e anche economica per dormire a Cuba, ma l’aspetto che rende questa opzione così interessante è il lato umano. Dormire in casa particular, infatti, significa vivere insieme a una famiglia cubana, che a seconda delle case avrà riservato una stanza (spesso con bagno privato) e alcune parti della casa per gli ospiti.

La casa può mettere a disposizione una o più camere per gli ospiti, ma si tratta sempre di soluzioni molto intime, quindi per chi viaggia in grandi gruppi potrà avere difficoltà a trovare spazio per tutti nella stessa struttura. In questo caso la soluzione potrebbe essere dividersi in più case, visto che se ne trovano moltissime e spesso a poca distanza una dall’altra.

Casa particular a Cuba: come riconoscerla e come sceglierla?

È semplicissimo riconoscere una casa particular ufficiale: basta che rechi sulla porta d’ingresso un’insegna blu a forma di àncora con la dicitura “Arrendador Divisa” e il proprietario vi faccia firmare un registro in cui avrà scrupolosamente annotato i dati di tutti gli ospiti. Quella della gestione della casa particular è un’attività controllata dallo stato per la quale i proprietari pagano tasse elevate e ci tengono quindi a farvi sentire bene, oltre a garantire la vostra sicurezza. Lo stesso simbolo, però di colore rosso, indica le case che possono ospitare solo cubani ma non affittare a stranieri.

casa-particular-cuba-arrendador-divisa

Prima della partenza, ho letto su molti siti che è facile cadere nelle trappole dei jineteros, ossia delle persone che cercano di fregarvi portandovi in delle case non autorizzate o che cercano di farvi cambiare casa adducendo scuse improbabili (come case bruciate, proprietari spariti, ecc). Sinceramente non ci è capitato niente di tutto ciò e non so dire se si tratta di eccessivo allarmismo o di una gran fortuna da parte nostra. Nella nostra esperienza ci sono solo fattori positivi che mi spingono a consigliare a tutti la soluzione della casa particular per un soggiorno a Cuba: ottima accoglienza, prezzi competitivi, case pulite e dotate di ogni comfort.

Come fare per scegliere la casa particular che fa per noi? Ci sono tre modi:

  1. Prenotare su Internet attraverso uno dei portali dedicati all’affitto di casas particulares. Io ho utilizzato MyCasaParticular per la prima casa a L’Avana, ma col senno di poi lo sconsiglierei perché ha delle commissioni altissime, però mi è stato utile perché per la notte di capodanno non stavo trovando niente di disponibile all’ultimo minuto (leggi: un mese prima). Ci sono molti altri siti simili in cui vi chiederanno una commissione, ma secondo me vi conviene prenotare con il secondo metodo di cui vi parlo:
  2. Prenotare direttamente la casa tramite email (aspettatevi risposte lente) o tramite telefono se parlate spagnolo. Per questo punto vi do una mano poco sotto, dove vi parlo delle case in cui abbiamo alloggiato e relativi contatti. C’è ancora un altro metodo, quello più cubano di tutti:
  3. Prenotare la casa per un’altra città cubana direttamente dalla casa precedente. Questa soluzione tipicamente cubana è una garanzia: state pur certi che non rimarrete a dormire all’addiaccio! I cubani sanno sempre come trovare una soluzione, motivati anche dal fatto che prendono una piccola commissione sulla prenotazione della casa successiva. Sono talmente organizzati che nelle case hanno direttamente i biglietti da visita delle “case amiche” nelle altre città!

Viaggiando a Cuba con una bimba di 8 mesi, abbiamo preferito prenotare tutte le case dall’Italia: la prima come vi dicevo l’ho trovata sul portale, le altre grazie a post e indicazioni di altri blogger (ringrazio in particolare Lucia di Respirare con la pancia e Arianna di I have a dream) e un po’ di ricerca online.

Di seguito vi riporto indirizzi, prezzi e informazioni delle case in cui abbiamo soggiornato durante il nostro viaggio a Cuba. Tendenzialmente le cifre per una notte per 3 persone (si paga a camera, non a persona) si aggirano tra i 25 e i 40CUC, a cui aggiungere dai 3 ai 5CUC per la colazione e circa 10CUC per la cena (colazione e cena sono opzionali, da concordare col proprietario). Quando abbiamo deciso di cenare in casa ne siamo rimasti sempre molto soddisfatti: cibo abbondante e ottimo concordato la mattina per la sera.

Casa particular a Cuba: i miei consigli (indirizzi, prezzi, foto)

L’Avana

La casa particular in cui abbiamo soggiornato a L’Avana ve la consiglio spassionatamente. Mi sono trovata bene con la proprietaria Ildonaida già a partire dalla prenotazione: mi ha scritto per dirmi se avevo domande da farle, ci siamo accordati per una cena all’arrivo e siamo stati accolti con calore. Non scorderò mai, dopo il viaggio della speranza iniziato alle 4 della mattina precedente, il sorriso di Ildonaida sulla porta di casa e il suo chiamarmi per nome all’arrivo: è stato come arrivare a casa di un’amica. La casa ha spazi grandi e un terrazzo che dà direttamente sulle vie di Centro Habana, la camera ha un letto matrimoniale e uno singolo. Siamo stati così bene i primi tre giorni da voler prenotare anche per l’ultima notte a Cuba. Con Ildonaida, che ha una bellissima bimba di tre mesi, mi sono trovata subito in sintonia e abbiamo potuto parlare di questioni cubane senza problemi. Assolutamente consigliato!

Contatto: Casa Wagner – Ildonaida Torres Hernandez
Indirizzo: Calle Gervasio No. 210 altos , Concordia & Virtudes, Centro Habana
Telefono: (+53) 7 8625127
Email: ildonaida@yahoo.es
Prezzo: 35/40CUC a seconda del periodo
Extra: 5CUC per la colazione

casa-particular-cuba-centro-habana

casa-particular-cuba-centro-habana

casa-particular-cuba-centro-habana

Viñales

A Viñales ho prenotato seguendo il consiglio di Arianna, incontrata a Lecco durante Immagimondo. Sul suo blog scriveva che Pedrito e Esperanza erano diventati come i suoi genitori cubani: adesso che ci siamo stati anche noi capisco il perché! Sono stati speciali, accoglienti e attenti a ogni nostra esigenza, incluso guardare Anita mentre noi cenavamo… una pacchia! Hanno due camere, una più spaziosa dell’altra, con bagno privato e tavolo per la colazione sul patio di fronte alla camera. Da loro abbiamo anche fatto un’ottima cena e prenotato le escursioni da fare a Viñales e il taxi collettivo per Cienfuegos. Consigliata!

Contatto: Casa Villa Pedrito y Esperanza
Indirizzo: Calle Rafael Trejo final #9-B
Telefono: +53 48 696747
Email: yoelvy.lemus@nauta.cu
Prezzo: 25CUC a notte
Extra: 5CUC a testa per la colazione

casa-particular-cuba-vinales-pedrito-y-esperanza-patio

casa-particular-cuba-vinales-pedrito-y-esperanza-patio

casa-particular-cuba-vinales-pedrito-y-esperanza

Cienfuegos

Di tutte le case in cui siamo stati, questa è quella che ho apprezzato meno, nonostante tutto l’impegno dei proprietari per farci sentire a nostro agio. Non manca nulla a questa camera con bagno al primo piano, l’unico problema è che dà proprio su una strada trafficata e sembrava di dormire in mezzo all’autodromo di Monza! Se però questo fattore non incide sul vostro sonno prenotate pure. L’altra cosa di cui devo avvisarvi è che i proprietari hanno messo la casa in vendita, quindi a seconda di quando leggete questo post può darsi che già non ci sia più la possibilità di dormire qui. Purtroppo non ho foto di questa sistemazione.

Contatto: Morfa y Amelia
Indirizzo: Ave 52 #3304 e/ 33 y 35
Telefono: (+53)53945807 (+53)43514243
Email: mili2008@nauta.cu
Prezzo: 30CUC
Extra: 5CUC colazione

Trinidad

A Trinidad avevamo prenotato un’altra casa, ma al momento del nostro arrivo la proprietaria ci ha detto che il bagno aveva avuto un problema con l’ultimo ospite, andava quindi aggiustato e non era possibile soggiornarvi. Niente panico! La signora ha chiamato il suo “hermano” (che a Cuba è tutto, fuorché il fratello di sangue!) che ci ha accompagnato in questa sistemazione. Ad accoglierci il signor Lázaro e la signora Mirella, due pensionati molto accoglienti che si sono ben presto innamorati di Anita (la signora Mirella ha addirittura preparato la pappa ad Anita senza voler essere pagata). A disposizione degli ospiti mettono un appartamento intero situato al primo piano della loro casa e composto di un ingresso, un bagno privato, un salotto, una camera e un terrazzo. Ottime e abbondanti le colazioni, ma come tutte le nonne, se non finite tutto sono guai! 😉

Contatto: Casa Veloz del Sr. Lázaro y Sra. Mirella
Indirizzo: Antonio Guiteras (Mercedes) n. 122 e/ Anastacio Cárdenas (Reforma) y Pedro Zerquera (Aguacate)
Telefono: (+35) 41 992980 oppure (+53) 52 615647 (Rodey)
Email: rodey.veloz@nauta.cu
Prezzo: 30CUC per notte
Extra: 5CUC a testa per la colazione

casa-particular-cuba-trinidad-lazaro-y-mirella

Remedios

A Cienfuegos avevamo un contatto di un ragazzo italiano che vive a Cuba da anni, il quale ci ha prenotato questa sistemazione a Remedios. Ci siamo trovati benissimo e ve la consiglio. La casa si trova a pochi isolati dalla piazza principale di Remedios ed è gestita da due signore, Rosa e Elsa. Hanno due camere con bagno e un patio in condivisione con dei bellissimi fiori. Sono molto disponibili e anche loro aiutano a trovare taxi e escursioni. Prezzi super competitivi. Consigliato!

Contatto: Hostal “El Patio” Sra. Elsa y Sra. Rosa
Indirizzo: José A. Peña No. 72 e/ Hnos García y Antonia Romero
Telefono: (53)(42)395220
Email: hostalelpatio@nauta.cu
Prezzo: 25CUC per notte
Extra: 3CUC a testa per la colazione

casa-particular-cuba-remedios-rosa

Come sempre, se avete delle domande o chiarimenti da fare vi aspetto nei commenti!

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply Cristina gennaio 25, 2017 at 1:49 pm

    Io ho una domanda…ripartiamo? eheheh… Sere, ripartirei solo per loro… <3

    • Reply Mercoledì gennaio 25, 2017 at 2:04 pm

      Magari! Cuba meriterebbe molto più tempo.
      Vorrei passare del tempo sotto un patio, su una sedia a dondolo, a chiacchierare con i cubani!

  • Reply Giovanna aprile 23, 2018 at 7:55 am

    Ciao! Anche noi andremo con un bimbo di 13 mesi. Consigli il passeggino o è completamente inutile? E invece cosa consigli per gli spostamenti? Bisogna portarsi l’ovetto?

  • Reply Gianluca maggio 12, 2018 at 11:34 am

    Ottimi consigli, li utilizzerò per il mio viaggio a cuba!!

    • Reply Mercoledì maggio 14, 2018 at 9:01 am

      Grazie mille Gianluca!
      Buon viaggio!

  • Reply massimo agosto 14, 2018 at 6:09 pm

    Ciao, ho letto e apprezzato molto il tuo viaggio e le descrizioni che hai fatto, ma avrei una domanda da farti, sto organizzando anche io il mio viaggio di 14 giorni a cuba e penso che faro’ il tuo itinerario, ho una moglie che e’ abituata a portarsi dietro anche i comodini oltre all’armadio a sei ante e quindi mi sorge spontanea la domanda: che tipologie di bagagli sono adette per un viaggio del genere perche’ noi abbiamo le classiche valigie della samsonite non proprio comode da trasportare perche’ spovviste di trolley e oltretutto anche a me piace la fotografia e volevo il tuo parere se fosse rischioso portarsi dietro uno zainetto completo di reflex e obbiettivi di ricambio grazie e buona vacanza

    • Reply Mercoledì agosto 17, 2018 at 4:02 pm

      Ciao Massimo, mi hai fatto molto ridere col tuo commento! Immagino i momenti di tensione nella preparazione del bagaglio! 😀 noi per i viaggi oltreoceano preferiamo viaggiare con gli zaini da 60 litri comprati da decathlon qualche anno fa. Cerchiamo di viaggiare il più possibile leggeri (per esempio adesso siamo 9 giorni in Norvegia solo col bagaglio a mano) e di avere sempre le mani non troppo occupate dai bagagli. Per la macchina fotografica con gli obiettivi non vedo controindicazioni, mentre il bagaglio lo farei leggero, se vuoi con tua moglie ci parlo io 😂

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.