Viaggi

Cosa amo degli aeroporti e una classifica

ottobre 8, 2019
cosa-amo-degli-aeroporti

Aeroporti: c’è chi ne è spaventato e chi, come me, non vede l’ora di trovarcisi per sentirsi felice. Per me l’aeroporto è un luogo di gioia, è sinonimo di partenza e di avventura, è libertà e vita piena. Anche se per molti aspetti si può definire un non luogo, per quanto mi riguarda l’unico “non” che accosto a questa parola è “non far passare troppo tempo tra una volta e l’altra in cui transito di lì”.

La gioia che mi pervade quando sono in aeroporto va al di là del binomio aeroporto = viaggio, è una felicità che ha a che fare con l’incontro, con la fibrillazione che ogni avventura porta con se, con il frusciare di un biglietto tra le mani che è un lasciapassare verso nuovi mondi.

Cosa amo degli aeroporti

Degli aeroporti amo il via vai di sconosciuti, le storie non raccontate e solo intuite, l’osservazione scanzonata di tutto quello che avviene. Poi ci sono gli sguardi. Si potrebbe scrivere un libro solo su quelli agli arrivi. Ecco, se c’è una cosa che non posso fare a meno di notare in aeroporto è come si comportano le persone che escono dalle porte degli arrivi. Chi ha qualcuno ad aspettarlo comincia a sollevare il collo per incontrare gli sguardi conosciuti, per ritrovare guance da baciare dopo un po’ di tempo. Quando gli occhi s’incontrano, le valigie diventano pesi inutili, vengono abbandonate a terra per una corsa liberatoria, necessaria. Chi non ha nessuno ad aspettarlo ha lo sguardo basso, si perde nelle scarpe, trascina la valigia fino a fuori provando un po’ di nostalgia.

Degli aeroporti amo il check-in che è un brivido di adrenalina finché non ci si sente dire che è tutto a posto con i biglietti e i documenti; i controlli sono uno stargate verso un mondo parallelo accessibile solo a chi ha le carte in regola. Dopo aver preso le carte d’imbarco e aver passato i controlli di sicurezza, ecco che comincia l’attesa che però, almeno per me, non è noia o tempo vuoto. Il tempo prima del volo coincide con un giro tra i negozi, spulciando libri in altre lingue e nuove uscite, souvenir improbabili e magneti della destinazione, è la scelta del miglior ristorante o take away da consumare prima del volo, è osservazione degli aerei sulla pista, con gli occhi appiccicati al vetro e un piccolo balzo al cuore nel momento in cui le ruote si sollevano da terra.

Degli aeroporti amo che basti leggere sul tabellone destinazioni lontane per sentirsi già in viaggio, mi piace scoprire nuove destinazioni e immaginarmi là, mi piace il fatto che tra quelle scritte luminose e la realtà venga tracciata una linea dal volo, che l’immaginato diventi concreto. Guardando i tabelloni ripenso ai viaggi fatti, alle persone che li hanno accompagnati e resi unici, alle cose che quell’esperienza mi ha insegnato, a quanto sono cambiata da quel viaggio a ora.

Degli aeroporti amo che siano un po’ un concentrato del mondo, dove si riconoscono tipi umani e modi di viaggiare, dove il backpacker col suo zaino logoro siede accanto al business man in completo azzimato, dove le famiglie con bambini cercano di non distruggere la sala d’attesa e il ritardatario cronico si fionda al gate trafelato. Degli aeroporti amo che dietro ogni persona ci sia una storia: di separazione, di avvicinamento, di ricongiunzione, di amore, di lotta, di gioia, di speranza. L’aeroporto è un film in cui sorrisi, abbracci, lacrime, entusiasmo, adrenalina si mescolano.

cosa-amo-degli-aeroporti

I migliori aeroporti del mondo, qualche curiosità

Sempre a causa di questo mio amore per gli aeroporti, spesso mi capita di cercare online informazioni che li riguardano. L’ultima ricerca in cui mi sono imbattuta è quella di AirHelp sui migliori e peggiori aeroporti del mondo in termini di puntualità e offerta (quindi shopping area, ristoranti e servizi ai viaggiatori). Esperti di argomenti come risarcimento per mancato imbarco, i passeggeri possono rivolgersi a AirHelp per rimborso volo in ritardo. Ogni anno stila questa classifica per permettere ai viaggiatori di scegliere bene l’aeroporto di partenza, in modo che possano sentirsi rassicurati e cominciare il viaggio nel migliore dei modi. Un altro sito che guardo sempre per controllare l’affidabilità delle compagnie aeree o ricerche che comparano gli aeroporti del mondo è Skytrax.

Secondo l’esperienza dei passeggeri, i migliori 10 aeroporti del mondo sono:

  1. Aeroporto Internazionale Hamad – Doha, Qatar
  2. Aeroporto di Haneda – Tokyo, Giappone (se siete interessati a un viaggio in Giappone ecco tutti i miei diari di viaggio)
  3. Aeroporto Internazionale di Atene – Atene, Grecia
  4. Aeroporto Internazionale Afonso Pena – Curitiba, Brasile
  5. Aeroporto di Gdańsk – Lech Wałęsa – Danzica, Polonia
  6. Aeroporto Internazionale di Mosca – Šeremet’evo – Mosca, Russia (se siete interessati a un viaggio a Mosca ecco tutti i miei diari di viaggio)
  7. Aeroporto di Singapore – Changi – Singapore
  8. Aeroporto Internazionale di Hyderabad – Rajiv Gandhi – Hyderabad, India
  9. Aeroporto di Tenerife Nord – Tenerife, Spagna
  10. Aeroporto di Campinas-Viracopos – Campinas, Brasile

La prima cosa che ho pensato? Che ne ho frequentati ancora troppo pochi! ☺

Una curiosità: tra i peggiori al mondo sono risultati quelli di Lisbona, di Malta, di Parigi Orly e di Londra Gatwick… sarà un caso che li ho provati tutti? Questi punteggi sono stati calcolati considerando i parametri di puntualità, qualità del servizio e cibo e negozi.

Sinceramente non ho prestato abbastanza attenzione a tutti questi fattori per aver stilato una personale classifica dei migliori aeroporti, ho solo delle percezioni e dei ricordi che voglio condividere con voi.

cosa-amo-degli-aeroporti

Nella mia personale classifica, l’aeroporto che ho frequentato di più per questioni logistiche è quello di Pisa, seguito a ruota da quello di Firenze. Sono entrambi abbastanza piccoli ma abbastanza collegati con hub più grandi che mi permettono di arrivare quasi ovunque nel mondo.

L’aeroporto più bello che ho visto finora? Sapete che non saprei… spesso, quando arrivo a destinazione, sono talmente carica a molla che non noto i dettagli architettonici!
L’aeroporto in cui ho temuto di perdere l’aereo per controlli troppo scrupolosi? Londra Heathrow, per ben due volte. Sono attenti alla sicurezza a livelli maniacali.
La compagnia aerea con cui ho viaggiato meglio finora? Nessuna, perché anche quando ho volato con compagnie affermate e/o di bandiera come la British Airways, Alitalia, Lufthansa o la Cathay ho sempre avuto qualche intoppo. Spero di ricredermi in futuro e di provare presto la Emirates e la Qatar.

Adesso sono curiosa di sapere di voi! Raccontatemi le vostre esperienze più disparate nei vari aeroporti del mondo!

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply Sandra ottobre 8, 2019 at 10:34 pm

    Lisbona non lo ricordo così pessimo, ma certo il nuovo aeroporto di Atene è ben organizzato e ricco di negozi per cui sono felice di trovarlo in classifica. Poi va be’ se mi citi la Grecia io sono di parte.
    Il più incasinato: Copenaghen, tipo arrivi e partenze insieme, una roba delirante.
    Per il resto ti confesso che non ho paura di volare, ma ODIO gli aeroporti, di un odio profondo, mi mettono addosso un’ansia tremenda, altro che adrenalina, e niente, se potessi viaggerei sempre in auto o treno.
    Linate riapre proprio nei prossimi giorni dopo uno stop per restauro, spero non manchi molto al completamento della linea della metro che lo raggiunga al posto del mitico bus 75 e finalmente Milano avrà un vero aeroporto cittadino, che Malpensa è persino in un’altra provincia a pensarci.

    • Reply Mercoledì ottobre 11, 2019 at 9:58 am

      Ciao Sandra!
      Gli aeroporti provocano in ognuno di noi reazioni diverse, so che non sei la sola a detestarli! Un po’ di ansia ce l’ho finché non mi dicono che va tutto bene con biglietti e documenti, poi di lì è tutta gioia!
      Linate è veramente comodo per i milanesi, ci ho volato una volta sola, tra l’altro proprio per andare a Copenaghen! Sai che non mi ricordo di questo caos? Secondo me perché ero così felice di viaggiare con le mie amiche che l’aeroporto non l’ho nemmeno notato!

  • Reply Demi ottobre 10, 2019 at 3:21 pm

    Ho volato con Emirates e vince su tutti, anche su Qatar. L’aeroporto più bello Dubai, aperto a qualunque ora, grande ed economico, mentre il più triste New Orleans, piccolino e in serata tutto chiuso.

    • Reply Mercoledì ottobre 11, 2019 at 10:00 am

      Ciao Demi,
      non vedo l’ora di volare con Emirates, dicono in tanti che sia una compagnia perfetta anche per l’attenzione per i bambini, aspetto che mi interessa molto. Non sono mai stata né a Dubai né a New Orleans ma spero di vedere di persona se è come dici tu 😉
      Grazie per aver letto il post!

  • Reply Alessandra ottobre 12, 2019 at 2:25 pm

    Ho viaggiato spesso con Emirates, per me l’aeroporto più bello è senz’altro quello di Dubai, ovviamente parlo del terminal dedicato alla Emirates. Ricordo ancora la prima volta che ci sono stata, in viaggio di nozze. Rimasi sconvolta dall’arrivo bagagli, di solito bruttarello e tristanzano, ma lì era un sogno, con le colonne bianche altissime e sbrilluccicose.
    E sinceramente non mi sono trovata male nemmeno a quello di Bologna. Piccolo ma funziona bene.

    • Reply Mercoledì ottobre 13, 2019 at 1:19 pm

      Ciao Alessandra,
      Emirates rimane un sogno per me, mi sa che devo iniziare a monitorare le offerte per vedere se ci scappa un viaggio! 🙂
      Posso solo immaginare lo sfarzo di Dubai! Da Bologna sono transitata solo per sbaglio, nel senso che ci hanno dirottato lì il volo da Cuba per maltempo su Pisa, quindi ero più che altro incavolata! Però ci sono dei voli interessanti, lo terrò in considerazione.

    Rispondi a Mercoledì Cancel Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.